BULLZ STAFF

Oscar White / Nora Video

Oscar White, è il nome d’arte di Oscar Spennati, un milanese del “sud”, sia per le origini familiari sia, e soprattutto, perchè ha sempre vissuto la parte sud di Milano, prima la zona di Corvetto, e poi, dal 1984, a Rogoredo, estrema periferia sud est, dove con la famiglia vive in una casa di edilizia popolare assegnatagli dal Comune: le case bianche di via Feltrinelli, un blocco di appartamenti totalmente ricoperti di amianto ( illegale per la legge italiana).
Una giovinezza - Oscar è nato nell’anno horribilis 1977 - passata in un quartiere, simile a una piccola città, destinato a cambiare faccia nel corso degli anni, tra il rampantismo degli anni ’80, la ghettizzazione, le migrazioni (soprattutto nordafricane e balcaniche) che cambiano la faccia di Rogoredo sotto lo sguardo di Oscar.
Con entrambi i piedi nel quartiere, Oscar impara a conoscere le regole non scritte della “strada”, prendendo confidenza con lo spaccato di una città troppo spesso sotto gli occhi del “popolino” per casi di cronaca nera. ma lo spazio urbano, il tessuto sociale, sono invece una vera e propria palestra di vita dove Oscar comprende significanti importanti per le parole amore, odio, rispetto, famiglia.
I ’90 sono, per Oscar, il momento in cui si avvicina alla cultura hip hop, nella sua versione - a cui fa riferimento tuttora - più primitiva, quella di Africa Bambataaa e della Zulù Nation. Oscar nasce quindi come breakers (della Natural Force Crew, uno dei combi più rappresentativi in città, ne era uno degli animatori principali) e il passo nel rap è molto corto.
Oscar diventa "White" quando comprende a fondo il significato reale della vita nelle case bianche di Rogoredo: l’amianto si porta via gli amici più cari e White diventa il nome d'arte naturale per iniziare a combattere sia in quartiere, sia sui media sia con la musica.
Fonda, insieme a un paio di amici di sempre, la ODK, una Posse di artisti hip hop, pierciers, tatuatori, artisti marziali e pugili che fanno della ODKRIKKA una grande famiglia; i componenti della crew, lo aiutano a creare il proprio percorso artistico e a focalizzare la rabbia nelle battaglie per la drammatica questione delle case di amianto.
Tra mixtape e partecipazioni televisive in cui denuncia, con una naturalezza cruda e umanissima, il disastro delle case popolari, Oscar incide il suo esordio discografico ovvero il riassunto degli anni, delle lotte e degli insegnamenti vissuti e appresi nelle "White di Rogoredo".

Sick Budd

Jacopo conosciuto anche come “Sick Budd” nasce a Milano nel 1992. All’età di 12 anni scopre l’hip hop casualmente, semplicemente entrando in un negozio di scarpe. Nel 2007 inizia a creare musica sia come MC che come beatmaker, portando avanti un percorso solitario che lo porterà nel 2012 a partecipare ai “Beatmaker’s Contest” organizzati da Oscar White e Yazee, dove finalmente ha la possibilità di venire a contatto con gran parte della scena underground milanese. È un punto di svolta anche perché decide di abbandonare la scrittura per avvicinarsi ai giradischi, frequentando l’Accademia del Suono, dove consegue il diploma due anni dopo, avendo come maestro nell’arte del djiing DJ Skizo. Nel 2013 inizia a lavorare al suo primo progetto solista come produttore, coinvolgendo MC’s della scena milanese e non solo. Il lavoro, intitolato “Sand & Snow” esce a fine 2015 per Almostrue Records. A inizio dell’anno nuovo esce anche “Elevazione” disco fatto in coppia con Mr. Fuji, mc, amico e compagno di studi. Per metà 2016 è prevista l’uscita di un disco con Carma, giovane rapper della provincia milanese. Collabora dal 2015 con l’associazione Street Arts Academy, lavorando con tutti i membri per l’educazione dei giovani attraverso le discipline dell’hip hop. Nello stesso anno ha preso la laurea in Informatica Musicale all’Università degli Studi di Milano.

Matteo "Omen" Pizzo

Matteo Pizzo, in arte “Omen”, nasce nel 1999 a Bolzano. Appassionato di disegno e arte fin da bambino, decide di dedicarsi alla grafica durante il periodo liceale come autodidatta. Durante una jam nella sua città, incontra Mattak, con il quale riesce a stabilire un ottimo rapporto, grazie a questa connessione conosce Domenico, il quale dopo svariate collaborazioni lo farà entrare in Skynight, e successivamente, con l’intervento di Oscar e Sick Budd, anche in Bullz Records.